Seleziona una pagina

Il 10 novembre arriva in libreria Michelangelo – La parete perfetta.
Con la copertina di Claudio Villa, il volume a fumetti è firmato da Giuseppe Cesaro con le illustrazioni di Giuseppe Guida. Ultimo graphic novel della Round Robin Editrice (collana Bolina), è anche il primo di una serie dedicata alla storia dell’arte e ideata grazie alla collaborazione con “seipuntozero”. La pubblicazione è stata realizzata nell’ambito del progetto Arte&Ballons con la collaborazione di ANISA (associazione nazionale insegnanti storia dell’arte) – per l’educazione all’Arte.
Il volume, che racconta attraverso un fumetto l’opera straordinaria di Michelangelo, sarà presentata a Lucca domenica 5 novembre alle ore 16.00, presso il Family Palace.
Nel racconto la storia parte da Tommaso, un ragazzo che vive la sua città, Roma, tra sogni e progetti creativi: il protagonista sfreccia sui rettilinei del Lungotevere, attraversa i ponti, progetta murales e graffiti mentre respira la grandezza di un passato glorioso. Tommaso trasforma i suoi sogni in colore: vuole che la parete ricurva sotto Ponte Sisto diventi la sua tela, un punto luce nella città eterna. La parete perfetta, appunto. All’improvviso, la suggestione si trasforma in realtà e un vecchio maestro prende vita di fronte a lui raccontando di un’altra storia e di un’altra parete. Quell’uomo è Michelangelo e resterà con il ragazzo fino all’alba.
L’obiettivo è quello di avvicinare i giovani all’opera del più grande artista di ogni tempo puntando sul linguaggio diretto dei fumetti; il genere ideale per raccontare loro, Michelangelo e il suo spirito ribelle, la sua vena malinconica e l’incessante bisogno di cercare sfide ai limiti delle possibilità umane.

SINOSSI

Tommaso è uno street artist. Le scritte sui muri o sui vagoni della metro e le solite immagini gli vanno strette. Ha in mente ben altro. Come quei surfer che inseguono tutta la vita l’onda perfetta, lui cerca la parete perfetta. La trova nella volta di uno degli archi di Ponte Sisto. Uno spazio gigantesco da riempire con un grande affresco: epico, potente, visionario. Passa interi pomeriggi sotto la “sua” volta, da solo, a parte un barbone che abita tra i cartoni. Impossibile dire quanti anni abbia, né da dove venga o come sia finito lì.
Tommaso disegna febbrilmente, riempiendo fogli e fogli di schizzi e calcoli. Un pomeriggio, lo sorprende la stanchezza. Il ragazzo non fa quasi in tempo a chiudere gli occhi che gli si avvicina un vecchio. Il viso ha un che di famigliare: barba bianca e folta, occhi incavati, sguardo intenso. Siede accanto al ragazzo e lo osserva disegnare. A un tratto comincia a parlare. “Ci ho rimesso la salute…”. Tommaso è infastidito: non ama le interruzioni. “quattro anni!”, Riprende il vecchio. “quattro anni a trenta metri di altezza, su dei tavolacci di legno, tutto il tempo a testa in su e quasi senza luce, circondato da una banda di incompetenti… Una follia…” Tommaso è sorpreso e incuriosito.
Qualcosa nelle parole e nell’italiano strano del vecchio, lo cattura. Chi è? E, soprattutto: come fa a sapere tutte quelle cose?

AUTORI

Giuseppe Cesaro. Sono nato in una casa equidistante da due mari: la “Baia del silenzio” e la “Baia delle favole”. Forse per questo amo così tanto le parole e fatico a restare attaccato alla realtà. Vivo di parole. Le più belle le regalo, quelle così-così le vendo, le poche che restano le tengo per me. Ho pubblicato articoli, saggi, racconti, biografie, monologgi, romanzi e testi di canzoni. Ho ricevuto critiche esaltanti e vinto premi importanti, ognuno con un nome diverso. Mai con il mio. “La parete perfetta” è il mio primo graphic novel. E la quarta cosa che porta il mio nome, dopo “Aghi di pino”, “Stronzate” e me stesso.
Giuseppe Guida. Classe ’74, è responsabile e docente della Scuola di fumetto Inkiostro di Foggia. Dopo diverse collaborazioni con ComicOut, Dylandogofili, Verticalismi, disegna per Primiceri Editore, Arno Kowalsky 4.0, premiato nel 2012 al Fullcomics Milano come miglior graphic novel. Nel 2015 ha pubblicato per Notes edizioni il graphic novel per ragazzi Scampia Storytelling. È in uscita il suo ultimo graphic novel per Edizioni Inkiostro “Zilf”.

ROUND ROBIN EDITRICE

La Round Robin nasce con l’obiettivo di coniugare narrativa di giovani autori emergenti e inchiesta giornalistica. Negli anni si consolida nell’ambito della saggistica, del giornalismo investigativo e dei graphic novel con titoli dal forte richiamo al sociale e alla lotta alle mafie. Tra le firme che oggi compongono il catalogo Round Robin, anche nomi del giornalismo italiano mainstream come Gianni Barbacetto (Il Fatto Quotidiano) e Giovanni Tizian (L’Espresso). Molte le pubblicazioni degli ultimi anni in cui spiccano autori della grande letteratura italiana, da Andrea Camilleri al premio Nobel, Dario Fo, che hanno collaborato e contribuito ad alcune pubblicazioni (“Antonino Caponnetto, non è finito tutto” e “Sulla cattiva strada, seguendo Don Gallo”). Rinomati i premi assegnati alla casa editrice, tra cui il Premio Giancarlo Siani e la candidatura per due volte al Premio Strega, con “La guerra è finita” e “Orientalia”, e la selezione per il Premio Scerbanenco.